';
side-area-logo
da 144 €
Prenota >>


Weekend di… vino

Weekend di… vino

Da Cesena a Santarcangelo, la Romagna in un bicchiere

Percorso di degustazione fra i vini di Romagna, direttamente fra le vigne che li producono e le cantine che li imbottigliano. Tre giorni, cinque tappe fra Cesena, Santarcangelo e San Clemente, fra scoperta e assaggi, per assaporare appieno la bellezza di una terra generosa e la bontà dei frutti che regala.
Cesena e entroterra

MATTINA:

  • Visita alla Biblioteca Malatestiana (passeggiata in centro)

La Biblioteca Malatestiana di Cesena è una biblioteca monastica di particolare importanza storica. Fondata alla metà del XV secolo, detiene due primati assoluti: è stata la prima biblioteca civica d’Italia e d’Europa ed è l’unico esempio di biblioteca monastica umanistica giunta fino a noi perfettamente conservata nell’edificio, negli arredi e nella dotazione libraria.

  • Visita alla Rocca Malatestiana di Cesena e al suo parco

La Rocca di Cesena accoglie al suo interno il Museo di Storia dell’Agricoltura, che offre ai visitatori un panorama delle tradizione rurale romagnola e una Esposizione d’Armi da Giostra recentemente restaurate dal Comune di Cesena e dall’IBC dell’Emilia Romagna.

La visita completa alla struttura, della durata di 1 ora e 30 minuti, comprende:

– Camminamenti interni alle mura

– Spalti panoramici

– Palatium o Torre Femmina, con all’interno il Museo di Storia dell’Agricoltura

– Torre Maestra o Maschio, con all’interno l’Esposizione d’Armi da Giostra e le Vecchie Prigioni

Pranzo a Cesena, presso il Ristorante Scottadito, che presenta e offre anche interessanti brunch.

POMERIGGIO:

  • Corso di cucina presso L’azienda agricola La Quiete del Rio

Tra gli interessantissimi laboratori proposti da questa azienda, è possibile, a seconda delle stagioni, avere contatti diretti con gli animali, vivere un percorso nell’ambiente naturale legato all’agricoltura, oppure alla vendemmia e vinificazione, alla raccolta delle olive e alla trasformazione in olio, della macinatura del grano e preparazione del pane, ecc… il tema e i tempi del laboratorio vanno concordati direttamente con l’agricoltore e possono durare fino a mezza giornata.

Rientro a Bellaria

Aperitivo presso il caffè del Fauno, a Bellaria.

Cena libera

Rientro in hotel.

Santarcangelo e Verucchio

MATTINA:

  • Colazione in hotel e passeggiata sul lungomare

Partenza per Santarcangelo

  • Visita alla Collina dei Poeti, tenuta e cantina di Santarcangelo

La tenuta della Collina dei Poeti è caratterizzata dai vigneti e da alberi secolari, cipressi, ippocastani, pini argentati e gelsi sparsi ovunque, nel parco e lungo i viali.

Un luogo magico, ricco di storia, di cultura e di tradizioni contadine dove trovare l’ospitalità tipica della gente di Romagna. Organizza non solo degustazioni dei suoi prodotti, quali ad esempio degli eccellenti vini, ma anche passeggiate e attività all’aria aperta.

 

  • Visita alla Stamperia Marchi

La stamperia è un vero e proprio laboratorio artigiano di stampa su tela, una tradizione romagnola che si tramanda da generazioni anche all’interno di questa attività. All’interno della bottega è possibile ammirare l’antico mangano che è stato e viene ancora utilizzato per le stampe, ed è possibile acquistare tantissimi prodotti e biancheria per la casa.

PRANZO presso il ristorante Lazaroun, a pochi passi dalla stamperia.

POMERIGGIO:

  • Passeggiata rilassante per il centro di Santarcangelo

Per i più avvezzi a trekking e camminate, si consiglia di passeggiare per l’antico borgo di Santarcangelo, con i suoi vicoli tortuosi e piccole salite, che si snodano tra la vecchia pieve, il castello e la chiesa della Collegiata. Per chi invece non ama particolarmente i dislivelli e cerca una passeggiata più semplice, i negozietti del centro città e il parco legato alle sculture e fontane di Tonino Guerra è il luogo perfetto per rilassarsi.

Partenza per Villa Verucchio

  • Visita alla Tenuta Amalia con degustazione alle Cantine della Gea

La Tenuta Amalia deve il suo nome a Carolina Amalia di Brünswick, moglie di Giorgio IV Re d’Inghilterra, che qui dimorò a lungo e le cui memorie ancora ornano la villa. La tenuta produce i famosi vini “Tenuta della Garisenda” che vengono vinificati con le migliori tecnologie ed esperti tecnici ricercano quotidianamente l’eccellenza del vino.

È stato allestito anche un piccolo museo di memorie della tenuta, visitabile esclusivamente su appuntamento.

La Cantina della Gea è parte integrante della tenuta: è possibile visitare i locali e vedere le botti legate alla vinificazione e degustare i vini.  Due ristoranti tipici sono annessi alla tenuta, e a poca distanza è possibile anche cimentarsi in una partita di golf presso il il Rimini Golf Club con 18 buche

Cena presso il Ristorante Ro’ e Buni’, ricavato da un antico mulino del 1500.

Rientro in hotel.

San Clemente e Montecolombo

MATTINA:

Colazione in hotel e partenza per San Clemente

  • Visita alla Tenuta Mara

La Tenuta Mara, nelle campagne di San Clemente, offre una vera e propria wine experience: un percorso della durata di due ore circa che prevede il passaggio nei luoghi più significativi della tenuta: il museo all’aperto, la tinaia, il tempio del vino, la zona di affinamento e l’esposizione d’arte interna. Una meravigliosa esperienza sensoriale che si conclude nella splendida sala della musica dove si degusterà il vino Sangiovese Biodinamico Artigianale della Tenuta: il MaraMia.

  • Passeggiata nel borgo

I ricordi malatestiani sono ancora presenti e ben inseriti nel tessuto urbano di San Clemente. Le mura malatestiane racchiudono come un tempo il cuore del centro storico ed il complesso detto di Castelleale a qualche km dal paese. E’ uno dei rari esempi rimasti nel riminese di edificio che è nel contempo grande fattoria e villa fortificata, costruito nel 1388 da Leale Malatesta, vescovo di Rimini. Le parziali distruzioni ed i rifacimenti dei secoli successivi hanno modificato profondamente la struttura originaria che, tuttavia, all’occhio attento ed esperto rivela la sua chiara origine medioevale.

In piazza Mazzini vi giunge l’unica strada che taglia il centro storico e su essa si affacciano la Chiesa Parrocchiale, il Municipio e la porta di ingresso con Torre civica di epoca barocca, con lapide dedicata al poeta Giustiniano Villa, uno dei padri della poesia dialettale romagnola.

Pranzo presso l’Osteria Battibecco a San Clemente

POMERIGGIO:

Partenza per Montecolombo.

  • Visita alla Az. Agricola Fiammetta con degustazione vini

Questa azienda agricola dell’entroterra si distingue per la sua attenzione verso i prodotti biologici e per il suo percorso “didattico” attraverso i propri filari. La visita guidata porterà i visitatori a conoscere sia l’azienda che la cantina, seguendo il ciclo di produzione “dall’uva al vino”. Oltre ad assaggiare il vino dell’azienda, si potranno assaggiare crostini di pane e altri prodotti del territorio, compreso l’olio biologico della Fiammetta.

Il percorso ha una durata di circa 2 ore e va prenotato in anticipo in cantina.

Partenza per Coriano

  • Passeggiata nel borgo di Coriano

A Coriano si respira aria di antichi sapori pur essendo vicinissimi al mare e con un occhio si scorge il profilo delle tre punte del monte Titano, la Repubblica di San Marino.

  • Visita a “La Storia del Sic” – Museo Marco Simoncelli

Coriano è il paese natale di Marco Simoncelli, pilota di moto tragicamente scomparso qualche anno fa. Questa galleria museo è composta da sale tematiche che ripercorrono la vita e le tappe salienti della carriera competitiva del “Sic”, ed un viaggio all’interno del mondo dei motori.

Rientro a Bellaria

Cena presso la Taverna Da Bruno

X